Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Perché le Donne Forti hanno rotto le scatole

Anche questo giro mi va di fare una piccola polemica e una breve riflessione.
Dagli anni 90 in poi le donne forti sono sbarcate in maniera massiccia nel fantasy. Non che non ci siano sempre state.
Anzi, il fantasy è stato uno dei primi generi checché se ne dica, a dare tanto spazio alle donne, nel bene e nel male.
Come tutta la narrativa di genere, è la prima a individuare e a proporre un cambiamento nella società.

Io non ho assolutamente niente contro le donne forti.
Ma se c’è una cosa che mi ha stancato è il cliché della donna potente e combattente.
La tipa orfana e assassina. Insomma lo strong female character. Quella che pur pesando trenta chili ed essendo adolescente, fa un culo come una capanna a energumeni tre volte più alti di lei.

Secondo me è sintomo di una scrittura incapace, quando vedo questi personaggi. Perché sono personaggi troppo forti. Sono proiezioni irraggiungibili. Sono esseri sicuri di sé senza delle debolezze vere.

O anche se sono scritte queste debolezze, non senti mai il pericolo.

Non pensi mai che questi personaggi possano essere messi in crisi.

Hermione Granger interpretata da Emma Watson è molto diversa in questo senso nella versione dei film. Perché Emma Watson non ha difetti. Ha sempre i capelli apposto. Infatti è una delle attrici peggiori di Hollywood perché in tutti i film in cui appare, non può mai essere messa in crisi.

Ma anche le varie eroine dei fantasy medievali hanno rotto le scatole. Quelle che sono gnocche spaziali, che con la spada ammazzano tutti, tipo Nihal del mondo emerso.

Mi chiedo da quando scrivere un personaggio forte, sia equivalente dallo scrivere un personaggio infallibile.
La cosa interessante di Superman, non sono i suoi superpoteri, è la sua kryptonite. Come giustamente sostiene la seconda legge di Sanderson.

Ecco, però questi personaggi esistono perché vendono. Evidentemente hanno un’attrattiva sul pubblico. Non è solo colpa di autori e case editrici. O di produttori cinematografici, se alla fine arriva Rey Skywalker che non ha mai un problema per tutti i tre film.

Rey io non la sopporto infatti. Come non sopporto Katniss Everdeen e Mia Corvere, o Arya Stark.
La forza non è disumanità. Persino Achille ha il suo tallone.
Perché?
Perché senza crisi, senza debolezze, non dimostri grandezza.
Sono le basi dai.

37 risposte a “Perché le Donne Forti hanno rotto le scatole”

  1. “La tipa orfana e assassina…”

    e quasi sempre con 2 tette fantastiche
    (si può dire?)
    senza alcun motivo, se non quello di cercare di piacere il più possibile anche a livello estetico
    a me pare assurdo

    ma a me non piace il fantasy “tout court”, per cui non faccio testo

    Piace a 1 persona

    1. Si infatti sempre stra sessualizzata a caso

      Piace a 1 persona

  2. Concordo con Kikka…..io poi limitatissima non le capisco

    Piace a 1 persona

    1. Ma è una questione di personaggio scritto bene oppure male

      Piace a 2 people

      1. Ah ok

        Piace a 1 persona

  3. Sono abbastanza d’accordo e, a questo genere di personaggi (non li conosco tutti) contrappongo invece una donna altrettanto forte ma anche fragile, e pure piccolina che però a modo suo fa il culo a tutti: Lizbeth Salander. Certo non è fantasy ma a me quel personaggio fa impazzire!

    Piace a 2 people

    1. Lizbeth piace molto anche a me, perché è un personaggio sfaccettato sotto molti aspetti non è un calco di qualcosa di bidimensionale

      "Mi piace"

      1. Si, è un personaggio ben costruito che sembra reale proprio perché non è perfetto!

        Piace a 1 persona

      2. Si ma stai parlando di un alto livello di scrittura

        "Mi piace"

      3. Già, forse è per quello che difficilmente oggi trovo film che posso guardare e che mi lascino soddisfatto!

        Piace a 1 persona

      4. eh la scrittura è tanto

        Piace a 1 persona

  4. in effetti hanno un po’ troppo esagerato con queste rappresentazioni, diciamo che la vita reale è ben diversa, ma forse per far sognare un po’ ci sta, in fondo il fantasy è tale proprio perché è basato su della fantasia…👍👍👍

    Piace a 1 persona

    1. Si sono perfettamente d’accordo. Però deve esserci anche una costruzione del personaggio che possa essere coerente e interessante. Sennò diventano tutti gusci vuoti uguali agli altri

      Piace a 1 persona

  5. Alcune nemmeno le conosco, comunque concordo con te, mi hai anche fatto morire dal ridere, in senso buono ovviamente!

    Piace a 1 persona

      1. Sto leggendo il libro 📖 che consigliasti, Persone normali e mi sta piacendo molto, in libreria ne ho visto un altro della stessa autrice, forse Persone come noi? O ricordo male il titolo?
        Da te imparo sempre cose interessanti, una buona giornata Henye!
        Un caro saluto 👋
        Valeria

        Piace a 1 persona

      2. Ma grazie mille! Mi fa piacere che ti piaccia, effettivamente è una gran bella lettura.
        Della stessa autrice ci sono solo altri due libri, uno mi pare si chiami Parlare tra Amici, che attualmente non ho letto

        Piace a 1 persona

      3. Oggi l’ho comprato, poi ho visto che ce n’è un altro. Ad ogni modo, ci tenevo a farti sapere che mi sta piacendo tanto.
        Buona serata

        Piace a 1 persona

      4. Fammi sapere come va il resto della lettura! Secondo me la parte iniziale è quella più efficace

        "Mi piace"

  6. beh il tallone di Katniss è che è una disagiata con un carattere di merda, ma nei libri è superfallace, sono gli altri che la gestiscono alla fine
    cmq anche a me stanca parecchio sto filone

    Piace a 1 persona

    1. Il tallone di Katniss è tutta la sua personalità sbagliata che si ritrova. Non piace a nessuno Katniss, fortuna la Lawrence che l’ha interpretata

      Piace a 1 persona

      1. anche senza la lawrence nei film l’hanno ammorbidita parecchio xD

        Piace a 1 persona

      2. Ah io ho visto poi mi pare solo il primo e metà del secondo. Gli altri no perché il terzo libro mi aveva fatto schifo come poche cose.

        "Mi piace"

  7. Credo che dopo decenni in cui i personaggi femminili sono stati spesso decorativi (quando addirittura totalmente incapaci) si sia puntato a trasformare le donne fittizie in Rambo, nel tentativo di ricondurre tutto a una media e sfruttare nuove nicchie di mercato.
    Ovviamente non funziona nel rendere un personaggio femminile interessante, si potrebbe dire anche “arco di trasformazione, questo sconosciuto” e siccome alcune delle persone che scrivono non hanno empatia o esperienza del prossimo sufficiente, va a finire che non riescono a rendere interessante un personaggio femminile e lo scrivono seguendo uno stereotipo maschile, ma con le parole concordate al femminile.
    E poi li fanno risaltare circondandoli di uomini stupidi e/o incapaci e/o malvagi, tanto basta una confezione almeno decente per far spupazzare la storia a chi cerca solo una storiella per far passare il tempo.
    A me i personaggi forti piacciono, a prescindere dal loro sesso, ma non presentare mai loro una vera sfida non li fa sembrare più eroici, solo raccomandati dall’autore 😛
    È una tendenza che si vede spesso (non solo per i personaggi femminili) anche nei fumetti giapponesi degli ultimi anni, specialmente quelli di genere isekai.
    Roba da farci una tesi non letteraria, ma sociologica, sulla fuga da un mondo reale che diventa sempre più inutilmente complicato e difficile da vivere. 😅

    Piace a 1 persona

    1. Mamma mia hai aperto troppi spunti di discussione

      Piace a 1 persona

      1. Mea culpa, sono un po’ caotico XD

        Piace a 1 persona

      2. Da dove ti piacerebbe cominciare a discutere? Scegli tu

        Piace a 1 persona

      3. Credo che un punto valga l’altro, alla fine si andrebbero a toccare un po’ tutti, e sicuramente anche qualche altro aspetto che non mi è venuto in mente: è un problema che va a comporsi di molte situazioni, a volte tecniche e a volte ideologiche, diciamo così. E tutte insieme portano a sviluppare personaggi che, per qualche motivo, hanno problemi a funzionare come si deve 🤔

        Piace a 1 persona

      4. Penso che dopo anni di personaggi invisibili, scialbi, personaggi scritti di riflesso agli uomini, si stia cercando di recuperare i personaggi femminili rendendoli per contro fortissimi. Troppo.
        Spacco bottilia ammazzo familia.

        Piace a 1 persona

      5. Sono d’accordo ed è un peccato che succeda: ci sta bene che un personaggio femminile sia competente e forte, ma se vince per decreto non emerge il suo lato eroico (o tragico, a seconda dell’esito) quello che avrebbe affrontando una sfida vera o un limite personale.
        Il fascino di un personaggio nasce da come viene definita la sua figura unendo pregi e difetti; vedere un personaggio evolversi per bene aggiunge emozione in chi legge, guarda o gioca la storia.
        Persino i supereroi, versione pop del concetto di superuomo, devono incassare qualche sconfitta e lottare coi loro demoni, per emergere come figure carismatiche in storie interessanti 🙂

        Piace a 1 persona

      6. Ripeto per me è una risposta alla passività di un tempo, si sente il bisogno di dover compensare

        Piace a 1 persona

  8. Non leggo fantasy, ma trovo che la tipologia della donna dura, vincente e naturalmente strafiga si sia imposta anche in certa letteratura gialla. Nemmeno io sopporto queste eroine, preferisco personaggi più vulnerabili, imperfetti, in una parola umani.

    Piace a 1 persona

    1. La letteratura gialla l’ho vista sempre come molto, anche troppo, maschile. Le donne che vediamo lì mi sembrano sempre una proiezione del maschio

      "Mi piace"

  9. Appiattirsi su clichè (per ambo i sessi e sotto entrambe le sfaccettature, ovvero di tempra erculea vs. assoluta fragilità) non giova nè alla storia nè ai personaggi (e neppure a chi legge, a dirla tutta). Sempre non si tratti di favole pedagogiche per bambini piccoli, ma in tal caso è tutt’altro discorso. 😌

    Piace a 1 persona

    1. Qui ci vedo tanto desiderio di compensare

      "Mi piace"

  10. Nelle fan fiction che vanno per la maggiore e spesso sono scritte davvero male questi personaggi non sono nemmeno forti come dice il nome ma solo stronzi a gratis con chiunque perché si devono sentire superiori infatti sono “bad girls” solo finché non arriva io corrispettivo maschile e non diventano succubi di questo bel tenebroso come chiunque nella storia. Praticamente da Strong Female Character diventa Mary Sue ed è un paradosso visto che dovrebbero essere l’uno il contrario dell’altro. Comunque io non posso concordare su Katniss, lo sai. Preferisco Johanna ma anche lei è stata fondamentale per la mia crescita come lettrice e persona. Gli altri esempi li conosco solo per sentito dire ma prima o poi recupererò Nevernight e ti farò sapere cosa ne penso di Mia Corvere. Su Hermione non ci avevo mai pensato.

    Piace a 1 persona

    1. Secondo me su Hermione Emma Watson ha fatto uno scempio, ma proprio anche la produzione che ha cavalcato l’onda dell’amore che c’era per Hermione e la bellezza di Emma Watson che si trasformò nella cotta di tutti. Emma Watson diventò un simbolo, non ho niente contro di lei ma come attrice per me rappresenta la prima della classe che fa sempre i compiti. Non senti mai i problemi con lei, la crisi, o cosa. Mi sembra sempre perfetta e infallibile.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: