Un’opinione non richiesta su Fuoco e Sangue di George R.R. Martin

All’alba dell’uscita di “House of The Dragon”, mi pare un peccato trattenermi dal distruggere “Fuoco e Sangue” di George R.R. Martin. La fangirl che è in me quando uscì il libro non riuscì ad astenersi dal comprare quel libro non appena uscì. Libro che pagai 28 euro e che assolutamente non li valeva. A differenza del “Mondo del Ghiaccio e del Fuoco” che vantava storie brevi e interessanti e soprattutto favolose illustrazioni.

Lo so, lo so, ci si poteva arrivare che era un’operazione commerciale fine a sé stessa. Per noi fan disperati avidi di libri di Martin. Un Martin che continua a dichiarare che sta scrivendo, penso più per convincere sé stesso che noi lettori, ormai rassegnati.

Va bene a Martin e ai suoi editori piacciono i soldi. E a chi non piacciono i soldi del resto? Però un po’ di sforzo in più lo si poteva fare.
Le illustrazioni erano presenti nella versione originale, ma in Italia hanno fatto questa scelta balorda. Il risultato è che emerge quanta poca sostanza ci sia nella storia dei Signori dei Draghi.

Storia che ricalca in parte personaggi storici illustri tra i monarchi di Francia e Inghilterra. Non mancano intrighi politici e scandali sessuali. Alcuni personaggi sembrano la copia carbone di quelli della saga principale (vedi Rhaenyra Targaryen con Cersei Lannister).E in generale non è un libro che coinvolge, perché infarcito di lungaggini inutili.

Ecco, mi è sembrato fuffa allo stato puro. Anche per gli standard di Martin. Un Martin stanco che ha palesemente consegnato gli appunti dimenticati su un floppy disk risalenti al 1996 ai suoi assistenti. Assistenti che hanno messo toppe e rammendi a una storia che funzionava molto meglio come chicca nel “Mondo del Ghiaccio e del Fuoco”. A un certo punto mi sembrava di essere tornata a studiare il capitolo sulla Monarchia del mio esame di Storia Medievale.
Molto più interessante di questo libro inutile e inutilmente costoso.

Il libro che mi ha fatto pensare per la prima volta che quanto George R.R Martin, quanto i suoi collaboratori, non abbiano più niente da dire.

18 risposte a “Un’opinione non richiesta su Fuoco e Sangue di George R.R. Martin”

  1. Temo che il problema sia che Martin ha capito che ad alcuni suoi fan le lungaggini piacciano. Altrimenti non si spiegherebbe perché continuano a desiderare il seguito di una saga che proprio le lungaggini hanno rovinato, che continua a sbracare quando invece dovrebbe “stringere”.

    Piace a 1 persona

  2. Fan di Martin anch’io. Primo libro della saga letto praticamente vent’anni fa. (!) Opinione non richiesta e tutta personale: poteva chiudere con i primi libri, allungare la storia oltremodo non fa bene a chi la scrive, chi la legge e nemmeno alla storia stessa. 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Una critica molto pesante ma che posso capire anche se non ho letto il libro. Ormai questa saga è germa da troppo tempo e questi libri che sono usciti sono solo un contentino per i fan e una grande fonte di quandagno per editori e scrittori. Un vero peccato, perché questa saga mi piace e vorrei che almeno uscisse questo famoso e fantomatico sesto libro.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: