Off-Topic: Diavoli Stagione 2, il futuro è femmina

[ALLERTA SPOILER]

La prima stagione di Diavoli mi aveva deluso molto. Infatti questa serie tv con il bel Alessandro Borghi e l’affascinante Patrick Dempsey innovativa e particolare, ambientato nel mondo della finanza, aveva rivelato grandi debolezze di trama. Se la parte della finanza era ben curata e anche ben spiegata, cosa non facile da fare, la trama orizzontale era un pasticcio.
I problemi e la vita personale del protagonista Massimo Ruggero non portavano da nessuna parte. I flashback erano pesanti ed evitabili. Le età di personaggi, figli, passato erano tutte sballate. E soprattutto la trama aveva un infarto a metà stagione e non si riprendeva più. Ricalcando per lo più in peggio il peggio della prima stagione di House of Cards.
Nel complesso fu una grossa delusione.

E invece questa seconda stagione ha raddrizzato il tiro, e non di poco. Inizia con la Brexit, per poi affrontare quel periodo storico fino alla pandemia. Parlando di guerra tra dati tra Cina, U.S.A senza esclusioni di colpi.
Ancora una volta la trama del giallo a fare da collante si rivela la parte debole. Cioè io devo credere che tutto il sapere del mondo, del destino dell’Europa e non solo, sta in una pennetta USB neanche fosse una presentazione power point di un libro delle medie, ma andiamo, siate seri.

Però il lato positivo c’è.

Qual è?

Il cambiamento di vedute.

Infatti la grande forza di questa seconda stagione sta nei personaggi che si risollevano su un piano morale. Laddove i personaggi femminili nella prima erano un po’ a lasciar desiderare, questa seconda stagione fa passi da giganti.

In questa stagione i personaggi femminili sono vari e molto più forti. Laddove i maschi hanno perso la loro guerra morale molto tempo fa, dove Dominic si nasconde tra parole e parole ma alla fine vuole i soldi, laddove Massimo boccheggia e non riesce a trovare una causa per cui combattere.
Gli unici a intravedere un futuro possibile, uno che non si basa semplicemente su un crudele uomo mangia uomo capitalista, sono proprio le donne.
Alla vigilia della perdita di Hillary Clinton contro il maschio orribile che era Donald Trump, la lotta di potere è una lotta morale ma non solo. Una lotta al capitalismo conservatore che privilegia i privilegiati. Un capitalismo che privilegia uomini che si tratti di americani o cinesi.
Le donne qui hanno valore di redenzione, anche per chi come Dominic Morgan ormai aveva acquistato un biglietto di sola andata per l’Inferno. Dominic che nella prima stagione non aveva scelto la “moglie giusta”. Moglie che avrebbe dovuto avere il ruolo di reggergli il cappotto mentre si apprestava a parlare con i finanziatori. E che gli costò la poltrona.
Dominic patriottico che aveva un figlio americanissimo, andato in guerra per l’America e mai più tornato. Qui torna ad essere padre di una figlia adottiva se così si può. Una geniale Nadya, il personaggio che ho gradito di più della serie.

Nadya è una ragazza che Dominic assume con un fare molto paterno infatti. Che subito suscita la sua stima e che poi risveglierà una coscienza deceduta tempo prima. Nadya è il futuro, morale, democrazia, giovani e soprattutto è donna.

Così come è donna Wu Zhi

La nuova collega di Massimo. Col nome maschile nata in un posto dove le femmine vengono abortite. A lei spetta invece la redenzione di Massimo. Attraverso la figlia concepita dopo una breve relazione. L’unico innesco in grado di risvegliare un Massimo che per tutta la stagione è meno sveglio di Mad Max in “Mad Max: Fury Road”. Che ha perso fiducia nel futuro e fiducia in sé stesso. Perché? Perché il futuro è femmina, è vita.

Un rilievo significativo lo ha anche finalmente Eleonor, che mi piaceva a dire il vero anche nella prima serie molto. Lei avrà quello che merita finalmente. Da rivale passa ad essere alleata di Wu Zhi, e la loro alleanza è ancora una volta vita.
In questo la serie ha guadagnato punti. Perché ha lasciato perdere cliché e cose poco credibili, ha lasciato perdere i flashback sul passato e si è concentrata sul futuro.
Un futuro chiaro, come Claire, la figlia di Massimo. E un futuro che è femmina.

12 risposte a “Off-Topic: Diavoli Stagione 2, il futuro è femmina”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: