Personaggi Stonati: Ulisse, il maschio moderno

L’Ulisse dell’Iliade è particolarmente odioso. La sua furbizia oggi la chiameremmo bullismo probabilmente, per lo meno ai danni del povero Tersite, che ha picchiato e preso in giro solo perchè giustamente dopo dieci anni di guerra voleva tornare a casa. Del resto c’è un motivo se Dante lo ha messo all’Inferno, ad ardere vivo. Dante non gli riesce proprio a perdonare l’aver usato l’ingegno in maniera tanto distruttiva.

Poi vabbè io personalmente non gli ho mai perdonato la morte di Aiace, ce l’ho un po’ calda con lui. Per chi non lo sapesse, Ulisse e Aiace litigarono per chi dovesse ereditare le armi di Achille dopo la sua morte. Aiace è suo cugino, ha portato in salvo il suo corpo. Che cosa c’entra Ulisse con le armi di Achille che si parlano giusto una volta nell’Iliade non so proprio. Ma con le sue chiacchiere Ulisse l’ha vinta e Aiace si suicida per il disonore.

Era molto dura essere un eroe epico.

Aiace e Achille rappresentano l’eroe antico, quello della società della vergogna, che deve partire e combattere anche se sa che morirà.
Ulisse è il nuovo, è la politica intesa come discussione, le soluzioni che trova Ulisse sono sempre diplomatiche o strategiche. E’ un nuovo tipo d’uomo in cui una nuova società può rispecchiarsi. E io proprio non lo sopporto.
Ulisse rappresenta per me il maschio moderno. Quello che vaga e cerca sè stesso, egocentrico, autocompiaciuto, che guarda il mondo dall’alto e lo sa giudicare e gestire. Quello che ha il mondo a misura sua.

La sua qualità secondo molti è quella dell’uomo che vuole conoscere. Io quando fa così lo prenderei a badilate in faccia. Come alla caverna di Polifemo. Che è curioso, ma che cosa ci sarà mai in questa caverna grossa sei metri co le capre alte sei metri, poffarbacco un gigante. Bravo Ulisse, mentre fai il curiosone intanto i tuoi compagni cannibalizzati.
Lui può permettersi di sollazzarsi con una dea o una semidea mentre Penelope se ne sta lì a pregare gli dei e a cacciare i Proci con ogni mezzo, chiedendosi se mai Ulisse si darà una mossa.

Quindi niente. E’ colpa sua se la maggior parte delle storie raccontate dall’Odissea in poi narrano sempre di un maschio furbo e sagace, delle sue avventure, della sua intelligenza e delle innumerevoli donne che gli orbitano attorno. La moglie c’è sempre. Ma non sarà mai l’unica. Non a caso si parla di Ulisse per tutto il Novecento, e non a caso un egocentrico autocompiaciuto come Foscolo lo definisce “bello di fama e di sventura”.
Tutti ad ammirarlo, tutti a voler essere lui.
Fino a James Joyce perlomeno. Joyce ne comprende perfettamente la debolezza, e ci sguazza, distruggendo la sua icona, facendola letteralmente a pezzi. Il protagonista Leopold è di fatto un Ulisse che vaga un Ulisse senza meta, debole e stanco. Stephen Dedalus è un Telemaco sul suo stesso livello, e non più nettamente inferiore al padre, e soprattutto Molly è una Penelope infedele e stanca di aspettarlo. Quando si dice il genio, niente, possiamo solo toglierci il cappello e fare un inchino.

40 risposte a “Personaggi Stonati: Ulisse, il maschio moderno”

  1. Mi sono sempre domandata come mai dopo dieci anni di guerra ne abbia impiegati altri dieci per tornare a casa. Mi sono anche chiesta come avesse fatto Penelope a perdonarlo. Non avremmo avuto l’Odissea e sarebbe stato un gran peccato. Altroché pazienza!

    Piace a 1 persona

  2. O tu che fin qui giungesti sull’antica vela nera, da Eolo sospinta e da Nemesi, e infin toccate le prode retee ti affannasti a cercar le spoglie di Aiace, se pietà ti mosse fa’ sì che non minor compassione possa il tuo cuor sentire per lo sfortunato gregge che in stravolto accozzo di vello ossa e sangue ‘l Telamonio ridusse.

    Piace a 1 persona

  3. comunque hai scritto Ulisse, maschio moderno… anche le femmine moderne sono così. E essendomi antipatici i furbi, mi hai dato l’idea di chiedere a candidati politici se piace loro Ulisse. Se dicono di sì, non li voto. Spero di aver un po’ chiarito.
    Buonanotte.

    Piace a 1 persona

    • Allora il discorso è estremamente complesso e parto dal presupposto che questa è una mia mera opinione. Ulisse, e l’archetipo narrativo che ha lanciato, per me equivale a quello del maschio in senso di maschio potente in una società arcaica in cui è privilegiato. Può essere applicato a un personaggio femminile, nel senso che può esistere un personaggio femminile con molti partner sessuali, che ha un marito fedele che lo aspetta, e che è il centro dell’universo? Sulla carta sì, ma non mi vengono in mente molti esempi letterari in cui avviene questo ribaltamento, e nemmeno serie televisive o film. Invece l’archetipo maschile di Ulisse è estremamente produttivo, infatti è stato ripreso da poeti come Foscolo, da Joyce, da innumerevoli sceneggiati televisivi, l’Odissea di Kazantzakis. Nella nostra società sono molto più comuni storie con il maschio protagonista e al centro di tutto, e questo parte da Ulisse, perciò dico che è l’archetipo maschile per eccellenza e che difficilmente troviamo un corrispettivo femminile calzante.

      Piace a 1 persona

  4. Ulisse era pieno di sfaccettature. Onestamente non l’ho mai considerato un vero e proprio eroe. Le sue azioni hanno portato troppo dolore a tante persone, per questo ho apprezzato molto il modo in cui veniva descritto in Circe di Madeline Miller. E poi vogliamo parlare di quelle povere ancelle che fa impiccare? Eh, ma sono impure perché sono andate a letto con i miei rivali! Allora dimmi, caro il mio eroe, secondo te quelle donne avevano scelta?
    Joyce era un vero genio e ho sempre apprezzato come abbia reinterpretato il mito in maniera intelligente. Persone come Ulisse sono effettivamente molto pericolose.

    Piace a 1 persona

    • Il modo in cui lo ha descritto Madeline Miller è la parte che ho preferito del libro Circe. Non idealizza Ulisse, affatto, anzi lo decostruisce. Così come ricostruisce Achille nella Canzone di Achille, libro che ho apprezzato meno ma comunque valido.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: